João Pedro Silva

È nella libertà artistica che João Pedro Silva trova le sue radici e nel sassofono la sua voce. Il gusto per la diversità e il crossover dell’estetica che porta sulla strada musicale che il sassofonista sta creando negli ultimi 25 anni.

Artista internazionale YAMAHA e D’ADDARIO, João Pedro Silva si è esibito come solista con la Banda Sinfonica portoghese, con l’Orchestra Sinfonietta di Lisbona, con la Banda marina portoghese, con la Orhcesta da camera Portoghese della guardia repubblicana, con l’orchestra di fiati della città metropolitana di Lisbona, con l’ensemble di sassofoni del Liceu (Barcellona), con la portoghese Double Reed Ensemble e la Lisbon Metropolitana Percussion Orchestra.

Si è esibito con alcune delle più importanti orchestre portoghesi, come la portoghese Symphonic
Orchestra, l’Orchestra Gulbenkian, l’Orchestra Metropolitana di Lisbona, l’Orchestra Solisti di Lisbona, Lisbona Sinfonietta Orchestra, Big Band di Lisbona, che lavora con direttori come Eric Stearn, Alain Guingal,
Wayne Marshall, tra gli altri.

Ha rappresentato il Portogallo nel XIV, XVII e XVIII Congresso mondiale dei sassofoni (Lubiana, Strasburgo e
Zagreb), suonando con il quartetto Artemsax, il quartetto BROS, il duo João Pedro Silva e Pedro Vieira de Almeida, Sassofono tenore Colletive, Fusion OUT e Metropolitana Saxophone Ensemble. Nel XVII WSC è stato invitato anche a presentare una lezione sui nuovi approcci pedagogici della musica all’apprendimento del sassofono.

È il sassofono tenore del quartetto internazionale, quartetto BROS, che ha registrato il CD “Pagine”,
Salvatore Sciarrino, con l’etichetta italiana Stradivarius.

Ha realizzato un lavoro di collegamento con diversi compositori portoghesi, sulla creazione di un nuovo repertorio per sassofono.

Lavora regolarmente in collaborazione artistica con diversi compositori, nella creazione di un nuovo repertorio per sassofono. Ha stabilito una collaborazione continua con Antena 2 (Radio classica portoghese).

Come solista ha registrato i cd: “TIBI -” Nuova musica portoghese e americana per sassofono, e
più … “,” João Pedro Silva suona Jorge Salgueiro Vol.1 “e” João Pedro Silva suona Jorge Salgueiro
Vol.2 “.

Con Lino Guerreiro, è l’autore del primo libro didattico portoghese per l’apprendimento del sassofono, “The
Educational Saxophone ”, con prefazione di Claude Delangle, a cura di AVA Musical Editions.

E’ membro del quartetto di sassofoni internazionale Bros. Quartet, Artemsax Quartet, L.U.M.E. – Lisbona
Underground Music Ensemble, sassofono tenore collettivo e Fusion Out, con i quali si è esibito in tutto il Portogallo e all’estero e ha curato diversi CD.

È il direttore musicale e artistico del complesso Saxophone Ensemble, con cui ha registrato
e curato un cd con la nuova musica portoghese originale per ensemble di sassofoni.

João è socio fondatore e vicepresidente dell’Associazione sassofono portoghese. Ha fatto parte del direttivo del Congresso sassofono europeo EURSAX 17.

È professore di sassofono e di musica da camera alla Lisbon Metropolitana Professional Music School e al Palmela Regional Conservatory di Palmela. Di solito è invitato a tenere masterclass e workshop.

È direttore artistico del FISP – Palmela International Saxophone Festival.

Nato a Palmela, in Portogallo, ha iniziato i suoi studi musicali alla Humanitária Philharmonic Society, Palmela, con Silvério Camolas. Ha studiato con José Massarrão alla Scuola superiore di musica di Lisbona, con Alberto Roque alla Almada Professional Music School con e Pedro Moreira alla Luis Villas-Boas Jazz School. Ha anche partecipato a masterclass e seminari con Daniel Deffayet, James Houlik, Jean-Marie Londeix, Claude Delangle, Jean-Yves Formeau, Henk Van Twillert, Vincent David, Carlos Martins, Jerry Bergonzi, tra gli altri. È stato vincitore di concorsi di sassofono portoghesi e internazionali.

Tiene master in performance musicale (sassofono) e pedagogia musicale (sassofono) presso la Scuola superiore di musica di Lisbona. Ora sta perseguendo un dottorato di ricerca in performance musicale presso l’Università di Évora.

English version